Terapia Breve Strategica

Servizi offerti
Terapia Breve Strategica

Terapia Breve Strategica

L’approccio strategico può essere definito come

l’arte di risolvere complicati problemi attraverso soluzioni apparentemente semplici

La terapia breve strategica, nella forma utilizzata attualmente, deve la sua formulazione alla collaborazione tra Paul Watzlawick e Giorgio Nardone, la quale ha portato l’evoluzione della terapia verso una forma di avanzata tecnologia terapeutica che ha dimostrato la sua sorprendente efficacia ed efficienza nella sua applicazione alle più invalidanti e persistenti forme di patologia (panico, fobie, ossessioni e compulsioni, disordini alimentari, presunte psicosi, etc.).

Struttura del metodo

La terapia breve strategica ha come scopo principale la rottura di quel particolare circolo vizioso che si viene a creare tra la manifestazione del disturbo ed il comportamento disadattivo che la persona mette in atto nel tentativo di risolverlo, ma che finisce, invece, per alimentarlo ed aggravarlo ulteriormente. La struttura del metodo si esprime in 3 fasi:

  • Studio delle caratteristiche specifiche di un problema;
  • Rilevazione delle soluzioni già tentate per risolverlo;
  • Cambiamento delle soluzioni disfunzionali che, invece di risolvere il problema, lo alimentano, con altre che si sono sperimentalmente dimostrate funzionali agli effetti desiderati.

La caratteristica peculiare di questo approccio terapeutico consiste nel conoscere “come” un disturbo sia strutturato e si autoalimenti, e non “perché” esso si sia sviluppato.
In questo modo le energie del terapeuta e del paziente vengono totalmente concentrate sul disturbo così come si manifesta nel presente, evitando di allungare i tempi del processo terapeutico nella ricerca delle cause del problema, le quali sono spesso remote e difficilmente rintracciabili.

Terapia Breve Strategica

Problema Analisi Soluzione

Terapia Breve Strategica

Intervento breve e focale

L’intervento strategico è un intervento breve e focale (generalmente si articola in 10 sedute), si basa sulle caratteristiche del problema da risolvere e sugli obiettivi prefissati divenendo un’azione concreta ed efficace applicabile alle diverse problematiche umane. Si tratta di un intervento radicale perché, oltre all’estinzione del sintomo presentato conduce a nuove percezioni della realtà, producendo un concreto cambiamento nella sfera comportamentale, cognitiva ed affettiva.
La principale differenza tra l’approccio strategico e le altre scuole di psicoterapia sta nell’efficacia e nell’efficienza del trattamento come dimostrano gli studi condotti e pubblicati;

il cambiamento si verifica nell’87% dei casi ed è duraturo

poiché non si presentano ricadute rispetto al problema presentato. Questi importanti risultati sono stati raggiunti senza l’uso di alcun farmaco.

Per approfondimenti:

Follow Us

Iscriviti alla Newsletter

Facebook

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Sottoscrivi alla nostra newsletter per ricevere una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo di Psicologia Psicoterapia.

Grazie per l'iscrizione!