Disturbo da Evitamento

Infanzia e Adolescenza
Terapia Breve Strategica

Disturbo da Evitamento

Nel Disturbo da Evitamento si osserva, nei bambini, un eccessivo ritiro dal contatto con persone diverse dai familiari, comportamento che interferisce col funzionamento sociale nelle relazioni con i coetanei. Quando il bambino con questo disturbo si trova con persone non familiari, manifesta timidezza, imbarazzo e tendenza a ritirarsi se gli viene chiesto di entrare in contatto con degli estranei.

Reazioni degli adulti

Le figure adulte di riferimento, di fronte a tali difficoltà, solitamente cercano di spingere il bambino a coinvolgersi di più nelle attività scolastiche o nel gioco con i suoi coetanei.
Nel caso di un adolescente, si osserva che il ragazzino sorride molto raramente, manifesta un atteggiamento difensivo, è sempre teso, ha difficoltà nei rapporti, con frequenti reazioni riconducibili all’evitamento di tutte le situazione considerate ansiogene, perché emerge la paura di non essere accettato, deriso o addirittura rifiutato. Quando il ragazzo non può evitare la situazione, entra in uno stato di forte agitazione e ansia, con probabili manifestazioni somatiche che alimentano la voglia di fuga tra le quali: balbettio, tremori alle gambe, dolori di stomaco, rossore e sudorazione.

Terapia Breve Strategica

Intervento diretto o indiretto

Disturbo da Evitamento

L’evitamento delle situazioni ansiogene, produce come effetto il rafforzamento del senso di incapacità e di non essere all’altezza della situazione.

Intervento diretto o indiretto

Nel caso del bambino o del pre-adolescente l’intervento strategico è usualmente indiretto e prevede il coinvolgimento delle figure adulte di riferimento.
Nel caso di un adolescente si procede gradualmente, aiutando il ragazzo a costruire grandi successi personali, passando attraverso una serie di piccoli fallimenti, utili al raggiungimento dell’obiettivo terapeutico.

poiché non si presentano ricadute rispetto al problema presentato. Questi importanti risultati sono stati raggiunti senza l’uso di alcun farmaco.

Follow Us

Iscriviti alla Newsletter

Facebook

Categorie

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Sottoscrivi alla nostra newsletter per ricevere una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo di Psicologia Psicoterapia.

Grazie per l'iscrizione!

Pin It on Pinterest

Share This