Binge Eating

Disturbi Alimentari
Terapia Breve Strategica

Binge Eating

Il Binge Eating si caratterizza dall’alternanza tra lunghi periodi di digiuno a massicce abbuffate ed è meglio conosciuto come Disturbo dell’Alimentazione Incontrollata.

Il Digiuno e altre tentate soluzioni

La tentata soluzione prevalentemente adottata, il digiuno, è legata al controllo del peso per evitare un suo eccessivo aumento dovuto alle abbuffate. Ma sono proprio i periodi di digiuno che “preparano” la persona alle abbuffate successive perché il desiderio di cibo diviene talmente forte che, nel momento in cui la persona se lo concede perde il controllo e non riesce a fare a meno di abbuffarsi in maniera smodata.
Per riparare alle abbuffate la persona ricomincia a digiunare. In questo modo il circolo vizioso si mantiene e si alimenta.
Insieme al digiuno, nel tentativo di controllare il peso, le persone possono fare largo utilizzo di lassativi e/o diuretici o ricorrere ad una smodata attività fisica.

Persistenza del disturbo

Quando il disturbo si è strutturato, la sua tipologia di persistenza assume caratteristiche del tutto peculiari per cui, come nel caso degli altri disturbi alimentari, necessita di un tipo di trattamento specifico, completamente diverso dai trattamenti individuati per gli altri disturbi alimentari. Nei soggetti binging è presente l’illusione della gestione del piacere, rappresentata dal fatto che, dopo un prolungato digiuno, si concedono il piacere dell’abbuffata con cibi “vietati” e per questo più desiderati, spesso segretamente ed in maniera del tutto solitaria, unitamente alla ricerca del perfezionamento e del controllo.

Terapia Breve Strategica

Digiuno per controllare il peso

Binge Eating

Questo funzionamento può durare mesi o anni e le persone che soffrono di questo disturbo arrivano a chiedere aiuto solo quando perdono il controllo dell’equilibrio digiuno/abbuffate, ovvero quando queste ultime si fanno più intense e vengono percepite come “pericolose” o quando interviene un fattore esterno che sconvolge questo equilibrio patologico.

Per approfondimenti:

Follow Us

Iscriviti alla Newsletter

Facebook

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Sottoscrivi alla nostra newsletter per ricevere una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo di Psicologia Psicoterapia.

Grazie per l'iscrizione!